Escursionismo

Programmi Annuali

Programma Attività CAI BN 2022 (Pdf)
Programma Attività CAI Campania (Pdf)

Descrizione degli itinerari e scala delle difficoltà

T = Turistico

Itinerari su stradine, mulattiere o comodi sentieri, con percorsi ben evidenti e che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Richiedono una certa conoscenza dell’ambiente montano e preparazione fisica alla camminata.

T/E = Turistico/Escursionistico

 Si utilizza per indicare una escursione a difficoltà intermedie fra la T e la E, oppure la presenza di alcuni tratti con difficoltà tipiche della E.

E = Escursionistico

Itinerari che si svolgono quasi sempre su sentieri oppure su tracce di passaggio in terreno vario (pascoli, detriti, pietraie), di solito con segnalazioni; possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua, quando, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppano a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Possono svolgersi su pendii ripidi; i tratti esposti sono in genere protetti (barriere) o assicurati (cavi) e non necessitano dell’uso di equipaggiamento specifico (imbracatura, moschettoni, ecc.). Richiedono un certo senso di orientamento, come pure una certa esperienza e conoscenza del territorio montagnoso, allenamento alla camminata, oltre a calzature ed equipaggiamento adeguati.

E/EE =  Escursionistico /Escursionistico per Esperti

Si utilizza per indicare una escursione che, pur con caratteristiche di tipo E, presenta alcuni tratti con difficoltà maggiori che rendono l’itinerario sconsigliabile ai principianti ed ai meno allenati.

EE = Escursionistico per Esperti

Si tratta di itinerari generalmente segnalati ma che implicano una capacità di muoversi su terreni particolari. Sentieri o tracce su terreno impervio e infido (pendii ripidi e/o scivolosi di erba, o misti di rocce ed erba, o di roccia e detriti). Terreno vario, a quote relativamente elevate (pietraie, brevi nevai non ripidi, pendii aperti senza punti di riferimento, ecc.). Tratti rocciosi, con lievi difficoltà tecniche quali percorsi attrezzati. Necessitano di esperienza di montagna in generale e buona conoscenza dell’ambiente alpino; passo sicuro e assenza di vertigini; equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguate.

EAI = Escursionistico in Ambiente Innevato

Si tratta di itinerari in ambiente innevato che richiedono l’utilizzo di racchette da neve, con percorsi evidenti e riconoscibili, con facili vie di accesso, di fondo valle o in zone boschive non impervie o su crinali aperti e poco esposti, con dislivelli e difficoltà generalmente contenuti che garantiscono sicurezza di percorribilità. Sono necessari equipaggiamento e abbigliamento consoni alla stagione invernale.

EEA = Escursionistico per Esperti con Attrezzature

Si tratta di itinerari escursionistici che presentano particolari difficoltà e per i quali è pertanto richiesto l’utilizzo di dispositivi di autoassicurazione quali imbrago, set da ferrata, casco, moschettoni, cordini.

Regolamento delle Attività

Norme Generali

Nell’esplicazione dell’attività sociale, la Sezione CAI di Benevento organizza escursioni di carattere sportivo, naturalistico e culturale. L’attività sociale si distingue da quella privata per essere organizzata e gestita dalla Sezione, che predispone attraverso il suo Consiglio Direttivo un programma annuale di escursioni.

Partecipazione alle Escursioni

La partecipazione alle escursioni sociali è aperta a tutti i soci CAI in regola con l’iscrizione per l’anno in corso.

Ai simpatizzanti non iscritti al CAI può essere concesso di partecipare a poche escursioni con difficoltà ‘T’ o ‘E’, finalizzate alla verifica della attitudine all’escursionismo di gruppo, chiedendo loro di attivare le polizze giornaliere di assicurazione (Soccorso Alpino ed Infortuni).

La partecipazione deve essere comunicata ai Direttori dell’escursione secondo le modalità e le tempistiche indicate nella locandina che viene pubblicata sui canali ufficiali della sezione.

Per partecipare alle escursioni con l’uso di pullman le prenotazioni sono obbligatorie e sono valide solo se accompagnate dal pagamento della quota stabilita o dall’eventuale acconto fissato.

Le prenotazioni si chiudono di regola entro il termine all’uopo fissato dagli organizzatori (oppure al raggiungimento del numero massimo dei partecipanti previsto). Nella prenotazione dei posti viene data la precedenza in primo luogo ai soci della sezione e poi ai soci delle altre sezioni. Dopo tale termine non verranno restituite le quote versate, a meno che l’escursione, per motivi di forza maggiore, non venga annullata.

Nelle escursioni per le quali è richiesto l’uso di mezzi privati, il Direttore di escursione provvederà alla sistemazione di coloro che risulteranno sprovvisti di automezzi i quali saranno tenuti al rimborso della quota di spese al proprietario della vettura che sarà obbligato ad accettarla salvo a versarla – volendo, per intero o in parte – nelle casse della Sezione.

Il ritrovo per la partenza avviene con qualunque tempo, salvo comunicazione in contrario agli iscritti (i quali sono perciò tenuti a fornire, all’atto della prenotazione, un recapito telefonico o, comunque, un recapito). E’ raccomandata la massima puntualità alle ore di convegno fissate.

Obblighi dei Partecipanti
  • comunicare la partecipazione entro i termini indicati nella locandina e partecipazione all’incontro settimanale precedente l’escursione
  • essere fisicamente preparati e con abbigliamento ed attrezzatura adeguati alle esigenze delle escursioni
  • attenersi esclusivamente alle disposizioni impartite dai Direttori di escursione
  • seguire gli itinerari prestabiliti non allontanandosi dal gruppo
  • collaborare con i Direttori di escursione con senso di responsabilità per la buona riuscita della escursione
  • comunicare al Direttore di escursione eventuali problemi che potrebbero compromettere o limitare la loro capacità di partecipazione alle attività.
Il Direttore di Escursione (Referente)

Il Direttore/i di escursione cura l’organizzazione dell’escursione sociale, d’intesa con il Consiglio Direttivo, e la sua esecuzione, nel rispetto delle opportune norme di comportamento. Egli ha facoltà:

  • di modificare il programma, l’orario e l’itinerario per sopravvenute necessità
  • di escludere i partecipanti non ritenuti idonei o insufficientemente equipaggiati
  • di spostare o annullare le escursioni in programma per ragioni di sicurezza e di organizzazione, anche senza preavviso.

Il Direttore di escursione dovrà segnalare al Consiglio Direttivo gli eventuali comportamenti scorretti dei partecipanti all’escursione.

Rischi e Responsabilità

Le escursioni sociali del CAI, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti alla pratica dell’escursionismo, dell’alpinismo e/o di altre attività in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni sociali, accettano tali rischi e sollevano da qualsiasi responsabilità la Sezione CAI di Benevento, i Direttori di escursione e i collaboratori, per incidenti ed infortuni che dovessero verificarsi durante le escursioni.

Regole Comportamentali dell’Escursionista

  • Scegli sempre le escursioni in funzione delle tue capacità fisiche e conoscenze tecniche.
  • Non andare mai da solo, comunica sempre a persona fidata l’itinerario prefissato e non dimenticare di avvisarlo, appena rientrato.
  • Affidati sempre ai consigli di persone esperte, documentati in anticipo sulle condizioni meteo ed equipaggiati adeguatamente, perché in montagna le condizioni meteo possono cambiare repentinamente.
  • Provvedi ad un abbigliamento e ad un equipaggiamento adeguati all’impegno e alla lunghezza dell’escursione e porta nello zaino l’occorrente per le situazioni d’emergenza, le eventuali medicine a te prescritte e una valida dotazione per il primo soccorso.
  • In caso di necessità non esitare a tornare indietro! È preferibile rinunciare che ostinarsi a voler superare difficoltà di grado superiore alle proprie forze o rischiare l’insidia del maltempo.
  • Prevedi in anticipo percorsi di rientro rapido (vie di fuga) e non esitare a chiedere aiuto.
  • Riporta a valle i tuoi rifiuti, anche quelli organici, evita di uscire inutilmente dai sentieri e di seguire scorciatoie, rispetta la flora e la fauna, non cogliere piante, funghi, frutti o fiori, ma porta a casa solo fotografie, rispetta le culture e le tradizioni locali ricordandoti che sei ospite della montagna e dei suoi abitanti.